LA RESILIENZA – prima parte-

Buon lunedì a tutti. Eccoci arrivati al consueto appuntamento con un nuovo articolo sul blog genitorifelici. Oggi vi propongo con molto piacere alcuni interessanti spunti di riflessione sulla tematica della resilienza, un argomento che avevo trattato tempo fa in occasione di una colazione tematica a cui hanno partecipato diversi professionisti. L’incontro si era tenuto presso lo Studio Valletta Comunicazione e Relazioni Pubbliche a Milano (evento Business Cappuccino) ed era stata una piacevole occasione per parlare di psicologia, raccogliere impressioni e confrontarsi rispetto all’argomento trattato.

COS’E’ LA RESILIENZA

In metallurgia  essa indica la “capacità di un metallo di resistere alle forze contrarie (compressione o trazione) che vi vengono applicate”.

In psicologia il temine resilienza viene inteso come la capacità delle persone di affrontare e superare una situazione difficile (stress, lutto, malattia) e di uscirne addirittura rafforzate (Grotberg, 1995). Continua a leggere “LA RESILIENZA – prima parte-“

infografica 6 pilastri autostima

infografica-6-pilastri-autostima

PILLOLE DI BENESSERE: COME PRENDERE DECISIONI EFFICACI

definizione_obiettivi1) DEFINISCI UN OBIETTIVO CHIARO

Scegliere velocemente per    trovare un sollievo immediato non è mai la soluzione giusta. Molto meglio sederti e riflettere, prendendoti tutto il tempo necessario, in modo da capire cosa desideri realmente. Prova a immaginarti nella situazione determinata dalla scelta compiuta a distanza di anni e chiediti: “E’ davvero questo quello che voglio? mi sentirei davvero felice?”.

segui-istinto2) SEGUI IL TUO ISTINTO

Molte persone hanno paura di ciò che il loro corpo esprime di fronte ad una situazione difficile o nelle occasioni in cui sono chiamati a prendere una decisione. Tanti si affidano “alla testa”, fanno ragionamenti, seguono la strada più logica e si autoconvincono di stare facendo il meglio per se stessi.

IN REALTA’

le nostre reazioni fisiche sono un’ottima bussola che ci fa capire il reale grado di disagio che proviamo di fronte ad una situazione: mani che sudano, cuore che batte all’impazzata, senso di soffocamento sono tutti chiari indici che non siamo a nostro agio con la decisione presa. Occorre allora il coraggio per seguire questi segnali e il nostro istinto che, in fondo, non sbaglia mai.

3) CONCEDITI IL GIUSTO TEMPOconcediti-tempo

Prendere decisioni non è un qualcosa di facile e automatico, tanto più se si tratta di azioni che modificano la nostra vita o le nostre relazioni.E’ fondamentale non avere fretta, aspettare il momento e la situazione giusta, creare le condizioni per una scelta serena e tranquilla, evitando di agire sotto l’effetto dell’ansia. Solo così sarà possibile prendere decisioni realmente efficaci.

 

 

Vi è sicuramente capitato in più di un’occasione di trovarvi di fronte alla necessità di prendere la decisione giusta.

Come vi siete comportati?

Avete seguito questi passaggi o ne avete trovati altri altrettanto efficaci?

Fatemi sapere le vostre esperienze lasciando un commento nel box qui sotto. Per ora vi saluto e vi dò appuntamento a lunedì prossimo con un nuovo articolo. Buona giornata!

COME RENDERE EFFICACI I BUONI PROPOSITI PER IL 2017

Siamo all’inizio del nuovo anno, l’eco delle feste natalizie e del cenone di Capodanno risuona ancora nell’aria e noi ci ritroviamo con un pacchetto di 365 giorni nuovi di zecca da assaporare e riempire della nostra vita. Ancora pochi giorni e poi ciascuno dovrà riprendere la solita routine, chi tornando al lavoro, chi dedicandosi alla casa o alla cura di figli o nipoti.

C’è però una cosa che accomuna molte persone all’inizio del nuovo anno:

Vi è mai capitato di partire il 1 gennaio carichi di entusiasmo e di buoni propositi per l’anno nuovo che vi aspetta, convinti e motivati a fare finalmente tutte quelle cose che non siete mai riusciti a portare a termine? Già, parlo proprio di quel progetto, quella dieta, oppure, chissà, dello sconfiggere quella brutta abitudine che sappiamo (oh se lo sappiamo!) darci così tanto fastidio.

Come continua la vostra storia (che è poi quella della maggior parte della gente intorno a voi)?

Continua a leggere “COME RENDERE EFFICACI I BUONI PROPOSITI PER IL 2017”