QUANDO MAMMA E PAPA’ SI SEPARANO

La separazione di una coppia è un momento molto delicato e doloroso, che porta profonde ferite negli adulti e in special modo nei figli, che vedono crollare la loro famiglia e messi in dubbio i più profondi affetti e legami.

COME REAGISCE IL BAMBINO?

A seconda delle età si possono riscontrare diverse reazioni e spiegazioni da parte dei bambini: i più piccoli, di 3-4 anni hanno di solito la convinzione magica di essere responsabili di quanto accade intorno a loro e saranno quindi portati ad interpretare l’allontamento di uno dei due genitori come il risultato di qualcosa di cattivo che hanno fatto: non vedere più la mamma o il papà verrà letto come “non mi vuole più bene”. È fondamentale allora rassicurare il bambino, sottolineando che l’amore dei genitori per lui non cambia anche se la relazione come coppia è terminata.

Verso i 6 anni  il bambino di solito pensa di essere la causa dei litigi tra mamma e papà, che hanno poi portato alla separazione. Anche in questo caso occorre sottolineare come  la decisione di lasciarsi sia stata presa dagli adulti ed assolutamente non per un comportamento del loro bambino.

COME COMUNICARE LA NOTIZIA CHE MAMMA E PAPA’ SI SEPARANO?

La separazione spesso porta con sè rancori, accuse e dolorosi scontri all’interno della coppia. È importante che i genitori siano in grado di mettere da parte recriminazioni e rabbia nell’ottica di tutelare il benessere dei propri figli. Ecco alcune cose da ricordare:

Siate sinceri: i bambini sono molto sensibili e capiscono tutte le sfumature emotive sin da piccolissimi. È molto più dannosa una situazione di ambiguità, in cui il bambino non capisce la reale situazione in casa, che l’ammettere serenamente che i genitori non possono più vivere sotto lo stesso tetto perché non vanno d’accordo;

– Cercate di comunicare insieme la vostra decisione ai figli: delegare a un solo genitore la responsabilità di parlarne sarebbe scorretto e rischierebbe di farlo passare come il “genitore cattivo”. La notizia va data in modo il più possibile sereno, in un momento calmo e in un ambiente tranquillo e va sottolineato come sia il frutto di una decisione comune.  Occorre rassicurare il bambino, abbracciarlo e farlo sentire amato e protetto;

– Sei figli sono due e magari di età diverse si può parlare tutti insieme e poi, se necessario, dare del tempo ad ogni singolo bambino per fare domande, chiarire ciò che non ha capito, essere abbracciato e coccolato;

– Spiegate ai vostri figli che, pur cessando di essere coppia, non si smette mai di essere genitori e che l’amore per loro non potrà mai cambiare. Anche se mamma e papà non vivranno nella stessa casa si impegneranno entrambi per essere presenti nella vita del loro bambino. Trasmettete il messaggio che il bambino è stato il frutto dell’amore dei suoi genitori, che anche se adesso non vanno d’accordo lo hanno profondamente voluto e lo ameranno incondizionatamente e per sempre

– Spiegate in modo chiaro e adeguato all’età del bambino i cambiamenti concreti che la separazione porterà nella loro routine giornaliera (come sarà a giornata tipo a casa di papà? Potrò portare i miei giochi? Chi mi porterà a calcio? Chi verrà a prendermi a scuola?). Sarebbe consigliabile cercare di mantenere quanto più possibile inalterate le abitudini del bambino, specie se molto piccolo (orari, rituali…)

Siate chiari nel messaggio che mamma e papà non torneranno insieme: ogni bambino cercherà in ogni modo (attraverso capricci, reazioni di rabbia ed opposizione verso l’uno o l’altro genitore, stati d’ansia e pianti) di ricomporre l’unità genitoriale e tenere unita la sua famiglia. I bambini non vanno mai presi in giro e occorre sempre essere onesti con loro. Accogliete il loro disagio e la loro disperazione e cogliete i momenti in cui vorranno parlare delle loro emozioni;

Non  screditate mai il partner agli occhi del figlio: risolvete i conflitti in sede privata, senza farvi vedere o ascoltare dal bambino e mettendo sempre davanti a tutto il suo benessere. La cosa peggiore che potete fare è mettere il bambino nella situazione di prendere le parti di uno o dell’altro. Ricordate che

anche se la coppia cessa di esistere, si è genitori per sempre. 

La separazione è certamente un momento doloroso, ma ricordiamoci che i bambini hanno in sé risorse incredibili che permettono loro di affrontare anche le prove più difficili. Affetto, pazienza e collaborazione (per quanto possibile) tra i partner sono gli ingredienti per rendere questo difficile momento un po’ meno duro per i nostri bambini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...