COME RENDERE EFFICACI I BUONI PROPOSITI PER IL 2017

Siamo all’inizio del nuovo anno, l’eco delle feste natalizie e del cenone di Capodanno risuona ancora nell’aria e noi ci ritroviamo con un pacchetto di 365 giorni nuovi di zecca da assaporare e riempire della nostra vita. Ancora pochi giorni e poi ciascuno dovrà riprendere la solita routine, chi tornando al lavoro, chi dedicandosi alla casa o alla cura di figli o nipoti.

C’è però una cosa che accomuna molte persone all’inizio del nuovo anno:

Vi è mai capitato di partire il 1 gennaio carichi di entusiasmo e di buoni propositi per l’anno nuovo che vi aspetta, convinti e motivati a fare finalmente tutte quelle cose che non siete mai riusciti a portare a termine? Già, parlo proprio di quel progetto, quella dieta, oppure, chissà, dello sconfiggere quella brutta abitudine che sappiamo (oh se lo sappiamo!) darci così tanto fastidio.

Come continua la vostra storia (che è poi quella della maggior parte della gente intorno a voi)?

I primi giorni dell’anno restate fedeli ai vostri propositi, magari riuscite anche a raggiungere qualche piccolo obiettivo ma poi le settimane passano e piano piano vi ritrovate demotivati, non c’è più l’entusiasmo inziale ed è così che si inizia a mollare la presa fino a rinunciare del tutto.  “Se ne riparla la settimana/anno/decennio prossimo!” alcuni dicono, mentre per altri la sconfitta è la prova (insidiosa e non vera) che semplicemente dimostra quanto siamo incapaci, con conseguente calo della nostra autostima.

Che dite, vi ci ritrovate?

Esiste allora un modo per spezzare questo circolo vizioso della “sindrome del primo dell’anno” (o del primo lunedì del mese, o di una data particolarmente significativa a partire della quale il cambiamento sembra possibile)?

In realtà stabilire una data significativa come “nuovo inizio” è un altro modo per procrastinare ed evitare di cambiare davvero. Dicendo “il tale giorno inizierò a…” calmiamo l’ansia e troviamo una scusa (perché molto probabilmente quando il giorno arriverà noi avremo perso la nostra motivazione): in realtà ogni giorno è quello giusto per cambiare una brutta abitudine o instaurarne una positiva.

Seguendo alcune regole è possibile rinforzare le nostre intenzioni trasformandole da una semplice lista su carta a qualcosa di tangibile e, soprattutto, raggiungibile.

Ecco qui di seguito una piccola lista in 10 punti che può aiutare a rendere efficaci i buoni propositi fatti per il 2017 che arriva:

  • RIFLETTI

Prima di intraprendere un cambiamento, è fondamentale che tu ti chieda quali sono i tuoi reali bisogni, quali i valori che ti spingono, quali gli obiettivi che senti veramente tuoi nel profondo del cuore. Solo se un obiettivo è in linea con i tuoi veri desideri sarà possibile da raggiungere, in caso contrario sarà molto più facile scoraggiarsi e lasciare perdere. Prima di attuare azioni per il cambiamento può essere utile scrivere su un foglio quali benefici ti aspetti di ottenere dal conseguimento del tuo obiettivo: tenendo il foglio a portata di mano potrai ogni volta avere un promemoria dei motivi che ti stanno facendo agire in una certa direzione.

  • FOCALIZZATI SU OBIETTIVI SPECIFICI E PIANIFICALI

Più ti proporrai un obiettivo specifico e quantificabile, maggiore sarà la probabilità di riuscita nel perseguire l’obiettivo. Le azioni devono essere concrete e pianificate in agenda, in modo da sapere esattamente quando e quanto tempo dedicherai alla tua attività. Affermare “… quest’anno voglio dimagrire” oppure “… mi piacerebbe leggere di più” è troppo generico e non ti aiuta a focalizzare le azioni necessarie per raggiungere ciò che vuoi. Molto meglio stabilire di perdere 3 kg entro marzo, oppure di leggere almeno 2 libri in un mese, ogni mattina per 20 minuti al giorno; in questo modo il cervello è più recettivo a definire con chiarezza i passi da fare per ottenere il risultato.

  • IMPOSTA OBIETTIVI CHE SIANO REALISTICI

Un’altra importante condizione per rendere attuabile il tuo proposito è quello di concentrarti su obiettivi realistici: uno degli errori più frequenti è quello di puntare troppo in alto, volere tutto e subito, salvo poi deprimersi quando vediamo che i nostri sforzi non portano ai risultati sperati.  Sicuramente è importante puntare alle stelle e essere ambiziosi, ma occorre misurare le proprie forze: meglio stabilire piccoli traguardi (es perdere 5 kg) e poi, una volta raggiunti, continuare con costanza (nuovo obiettivo: perdere altri 5 kg)

  • PROCEDI A PICCOLI PASSI

Dobbiamo imparare a concepire il raggiungimento dei risultati come un processo, senza valutare positivamente soltanto la “vittoria finale”. Un grande obiettivo non è altro che la somma di tanti piccoli passi, ciascuno importante per definire la meta finale. Non essere troppo ossessionato dal risultato finale, ma cerca di scomporre il tuo obiettivo in tanti step più semplici da raggiungere.  Godere del viaggio e delle piccole mete intermedie aiuta a rimanere concentrati sull’obiettivo e a perseguirlo. In questo modo, inoltre, è possibile calibrare ogni volta la situazione, modificando magari desideri e obiettivi o valutando se sono effettivamente raggiungibili o troppo irrealistici.

  • DEFINISCI I TUOI OBIETTIVI IN TERMINI POSITIVI

In altre parole: credici! La nostra mente ha un potere incredibile nel condizionare le nostre azioni e nel favorire o ostacolare il raggiungimento di ciò che desideriamo. Cerca di formulare i tuoi  obiettivi utilizzando sempre termini positivi e in prima persona : ci sono molte più possibilità di riuscita se dici  “da oggi voglio iniziare a…” piuttosto che “da oggi devo smettere di…”

  • TROVA QUALCUNO CON CUI CONDIVIDERE IL TUO OBIETTIVO

È molto più facile iniziare ed essere costanti se l’attività viene fatta con un’altra persona. Condividere le fatiche ed i progressi fornisce un supporto non secondario per tenere alta la motivazione e farti perseguire la meta. In realtà, basta coinvolgere amici e parenti dicendo loro quello che hai intenzione di fare. Prendersi un impegno “pubblico”, infatti, ti rende più vincolato a quanto promesso e aiuta a non tirarsi indietro.

  • INSERISCI L’ATTIVITA’ FISICA NELLA TUA ROUTINE QUOTIDIANA

Tutti gli esperti sono concordi nell’affermare che il praticare attività fisica con regolarità migliora la salute e l’umore, riduce i livelli di stress aiuta a rimanere focalizzati e a trovare la giusta motivazione ed impegno per le sfide quotidiane della vita. Basta solo una camminata di 20 minuti al giorno per sperimentare un maggior senso di chiarezza mentale; il nostro cervello, durante il movimento, rilascia endorfine, ovvero sostanze che favoriscono il benessere personale.

  • SII CONSAPEVOLE DEL DISAGIO

Modificare un’abitudine è molto difficile e richiede una grande forza di volontà, tenacia ed impegno. Gli esperti affermano che sono necessari almeno 21 giorni perché una nuova routine si instauri nella nostra giornata e sicuramente incontrerai momenti di scoraggiamento o in cui avrai voglia di mollare non osservando risultati tangibili. Il segreto è la costanza: non rinunciare di fronte alla prima difficoltà o solo perché una volta non hai tenuto fede agli impegni presi. Niente scuse! Essere consapevole che non sarà sempre facile ti aiuta a mettere sotto la giusta luce anche i “momenti no”, accettarli ed andare avanti più motivato.

  • MONITORA I TUOI PROGRESSI

Spesso raggiungere i propri obiettivi o sradicare una cattiva abitudine è molto difficile ed i progressi non sono sempre visibili a breve termine. Per questo motivo è importante tenere traccia dei piccoli progressi ottenuti utilizzando un diario giornaliero dove annotare i successi, le difficoltà incontrate, riflessioni e aggiustamenti delle mete. Un altro utile strumento è il tracker, una tabella (settimanale o mensile) in cui segnare in elenco le abitudini da monitorare: ogni giorno corrisponde ad un quadratino da colorare una volta svolto il compito. Sapere di dover colorare il quadratino aiuta a darci la motivazione per agire e non rimandare l’impegno, per non parlare della soddisfazione di vedere tutta la tabella colorata a fine mese o a fine settimana.

  • PREMIATI PER I SUCCESSI OTTENUTI

È importante celebrare ogni volta le piccole vittorie, quando raggiungi un obiettivo intermedio, anche semplicemente facendo i complimenti a te stesso oppure concedendoti un piccolo premio. La tecnica del premio può essere usata anche come stimolo per tener fede alle azioni definite per raggiungere il tuo scopo. Ad esempio, puoi decidere di acquistare un nuovo paio di pantaloni una volta dimagrita, oppure concederti qualcosa che desideravi da tanto.

 

4 thoughts on “COME RENDERE EFFICACI I BUONI PROPOSITI PER IL 2017

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...