I BENEFICI DEL GIOCO

Buongiorno a tutti e buon weekend!  Oggi vi propongo un interessante articolo tratto da un sito americano. In fondo potrete trovare il link alla pagina originale. Buona lettura.

Uno dei doni più importanti che possiamo fare ai nostri figli è dare loro il tempo di giocare, sia in famiglia che per conto proprio. Trovare del tempo per giocare con i bambini può essere una vera sfida se lavorate, dovete tenere in ordine la casa e contemporaneamente affrontare le molteplici sfide quotidiane del portare a termine tutte le cose. Ma il giocare non è un optional. E’ essenziale.

Il gioco è stato considerato talmente importante per lo sviluppo del bambino da essere stato riconosciuto dall’ Alta Commissione per i Diritti Umani delle Nazioni Unite come un diritto per ogni bambino.

Giocare, o comunque trascorrere del tempo libero non strutturato in caso di bambini più grandi o di adolescenti, è essenziale per il benessere cognitivo, fisico, sociale ed emotivo di bambini e giovani.  Giocare in famiglia rafforza i legami d’amore e le connessioni che uniscono i membri del gruppo familiare.

Il gioco è necessario per il sano sviluppo del cervello

Il 75% del cervello si sviluppa dopo che il bambino è nato, negli anni che vanno dalla nascita fino circa ai 20 anni. Il gioco del bambino stimola nel cervello la creazione di connessioni tra le cellule nervose. Esso aiuta il bambino a sviluppare sia le abilità grossomotorie (camminare, correre, saltare, sviluppo della coordinazione) sia quelle legate alla motricità fine ( scrivere, manipolare piccoli oggetti, fare lavori di precisione).     Giocare nei primi 10 anni di vita e nel percorso verso l’età adulta fa sì che il cervello crei sempre maggiori connessioni nervose, in particolare nel lobo frontale, che è il centro della pianificazione e della presa di decisioni.


Il gioco di fantasia stimola la creatività e l’immaginazione del vostro bambino.


Gli studi hanno mostrato che i bambini che sono incoraggiati ad utilizzare la loro immaginazione sono più creativi una volta diventati adulti. Nonostante l’espressione artistica sia certamente importante, la creatività non si limita alle arti. Essa aiuta gli individui a trovare metodi nuovi ed innovativi di fare le cose e di inventare nuovi prodotti che rendono la nostra vita maggiormente produttiva, facile o divertente. Si tratta dell’abilità di “fare credere” che può portare la mente in posti dove nessuno ancora si era avventurato.

Il gioco sviluppa le funzioni esecutive del cervello.

Le funzioni esecutive si riferiscono alle abilità mentali che ci permettono di gestire l’attenzione e il tempo, di pianificare ed organizzare, di ricordare i dettagli e di decidere cosa sia e cosa non sia appropriato dire o fare in determinate situazioni. E’ inoltre ciò che permette ai bambini in crescita di imparare a gestire le proprie emozioni e ad usare le esperienze passate in modo da capire come comportarsi nel presente.

Si tratta di abilità che sono fondamentali per il controllo del sé e l’autodisciplina. I bambini che hanno un buono sviluppo della funzione esecutiva vanno bene a scuola, vanno d’accordo con gli altri e prendono giuste decisioni. Il gioco di fantasia allena il lobo frontale del cervello, quello delle funzioni esecutive.

Il gioco sviluppa l’elaborazione di una “Teoria della mente” nel bambino.

La teoria della mente è la capacità di mettersi nei panni dell’altro. I bambini che fanno molti giochi di fantasia e simulazione (i giochi del “facciamo finta che…“) imparano ad immaginare che cosa i protagonisti dei loro giochi farebbero e penserebbero di fronte alle situazioni. Creare giochi di finzione con altri bambini implica la capacità di comprendere i pensieri e i sentimenti dei propri compagni di giochi. Una buona teoria della mente aumenta la tolleranza  e il senso di vicinanza agli altri del bambino e migliora la sua abilità di giocare e collaborare con gli altri.



Abilità fisiche, regolazione emotiva, pensiero flessibile, capacità di andare d’accordo con altri e fiducia nel provare nuove esperienze e pensare fuori dagli schemi sono tutti elementi chiave per avere successo nella vita.

Ma cosa possono fare i genitori per assicurarsi che i loro bambini sviluppino queste importanti competenze?

1) INCORAGGIATE IL GIOCO LIBERO: amo molto il concetto di “libero”. Esso significa sia “non strutturato” che “senza costi”. Entrambi gli elementi sono importanti per i nostri bambini in crescita. E’sicuramente importante fornire ai bambini esperienze che insegnino loro nuove abilità e come lavorare e giocare in un gruppo. Sia che il bambino partecipi a attività calcistiche, musicali, di ballo o una qualsiasi altra attività organizzata, egli potrà imparare come collaborare con un gruppo in vista del raggiungimento di un obiettivo e crescerà sia fisicamente che dal punto di vista mentale.

Tuttavia è parimenti importante non essere eccessivamente coinvolto in troppe attività strutturate, tali da impedire al bambino di avere tempo semplicemente per stare in compagnia dei coetanei e decidere tra di loro cosa fare mentre stanno insieme. I bambini troppo impegnati in attività organizzate (sport, scuola, attività varie…) potrebbero finire per non avere idea di come divertirsi. I bambini che hanno ogni minuto della loro giornata occupato in qualcosa non hanno il tempo di allenare i muscoli della loro immaginazione.

Inoltre, quando gli adulti stabiliscono tutte le regole e forniscono già le idee per il tempo libero, privano il bambino della possibilità di imparare importanti abilità sociali. Il gioco libero permette al bambino di apprendere come interagire con gli altri e fare compromessi. Alla fin fine, un bambino non può fare finta di essere un supereroe se non ha nessuno da salvare. Non può imparare a rispettare il proprio turno se non c’è un altro bambino che vuole essere un supereroe come lui. Se vuole giocare con altri bambini, dovrà necessariamente imparare come andare d’accordo con gli altri membri del gruppo e con le idee altrui.

2) PENSATE PRIMA DI COMPRARE: il gioco libero è gratis! Resistete alla tentazione di comprare l’ultimo videogame, gioco di costruzione o travestimenti.  I bambini che non hanno oggetti di scena già pronti imparano ad improvvisare. Scatole e cuscini del divano possono trasformarsi in un fortino. La maschera del supereroe sarà la federa di un cuscino e gli oggetti di una casa di bambole potranno essere creati con i tappi delle bottiglie e le cianfrusaglie trovate in giro per casa. I bambini che sono incoraggiati ad usare la fantasia usando ciò che è disponibile piuttosto che oggetti pronti comprati nei negozi diventeranno più creativi.

3) GIOCATE CON I VOSTRI FIGLI: ultima cosa, ma non meno importante, il gioco unisce i membri della famiglia. Quando ciascuno è impegnato nei propri passatempi in modo autonomo, non permette la creazione di legami con gli altri che si formano grazie al tempo passato insieme. Quando tutti nella famiglia si ritagliano del tempo per giocare e ridere insieme, godendosi un po’ di gioco spontaneo, tutti si sentono bene con se stessi e gli altri. I genitori che permettono ai propri figli di dirigere il tempo del gioco sono in grado di capire molto di più del mondo dei loro bambini. Possono allora fornire loro una guida gentile circa il modo giusto di comportarsi e su come risolvere eventuali problemi durante lo svolgimento del gioco. I giochi da tavolo possono aiutare i ragazzi più grandi ad imparare il rispetto dei turni, come seguire le regole ed essere sia vincitori educati che persone che accettano la sconfitta. Il tempo trascorso intorno al tavolo da gioco promuove la conversazione e la cooperazione – e forse qualche competizione amichevole. Soprattutto , quando le famiglie giocano insieme, i membri tendono ad essere più solidali gli uni verso gli altri e più interessati alle vite di ciascuno .


E allora spegnete tutti la televisione per un’ora o due dopo cena qualche volta nella settimana. Recuperate quel vecchio gioco da tavola o il mazzo di carte in fondo alla scatola dei giocattoli. Utilizzate un grande lenzuolo per creare una tenda accogliente. Distribuite piatti di carta e sfidate tutti a creare un cappello pazzo. Giocate a nascondino con i più piccoli e a Sciarada con i ragazzi più grandi.

Mettete in un angolo il “…veramente adesso dovrei fare…” e le proteste sullo spegnere la TV.  Mettetevi in gioco al 100%. Rendetelo divertente. Fateli ridere. Presto i vostri bambini, e voi stessi, non vedrete l’ora di divertirvi a giocare insieme. E’ una parte importante di ciò che è una famiglia.


Vi è piaciuto l’articolo? Io l’ho trovato molto interessante e ricco di spunti di riflessione.

QUI potete trovare il link all’articolo originale.

Spero che la lettura possa aver fatto venire voglia a qualche genitore di andare subito a giocare con il proprio piccolo. Che dire? Buona sessione di gioco!

Ti è piaciuto questo articolo? Se si, clicca mi piace alla pagina e, se vuoi rimanere aggiornato su tutti i nuovi articoli e sulle varie iniziative che svolgo nel mio studio di Psicologia, iscriviti alla Newsletter.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...